mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Home / Notizie UniME / Tasse Unime, nuove proroghe! E si può chiedere il ricalcolo

Tasse Unime, nuove proroghe! E si può chiedere il ricalcolo

tasse unime proroga
Foto: corriereuniv.it

In un nostro editoriale l’avevamo definita l’“Università delle proroghe”, ed evidentemente non avevamo torto. Arrivano, infatti, buone notizie per gli studenti che non avevano trovato ancora il proprio Mav su Ess3 e che temevano di vederlo comparire a pochi giorni dalla scadenza, dovendo pagare entro pochi giorni dalla ricezione del bollettino. Tramite il suo sito, l’Unime annuncia che le scadenze per i pagamenti di  2ª e 3ª rata, oltre che quella per chi ha scelto la soluzione in un unica rata, sono state tutte prorogate. La 2ª rata potrà essere pagata entro il 30 giugno (precedente scadenza il 31 maggio) così come l’unica rata per chi ha scelto quest’ultima soluzione. La scadenza per il pagamento della 3ª rata invece slitta al 31 agosto (precedente scadenza 31 luglio). Tale decisione è stata presa per  “venire incontro alle richieste degli studenti, proseguendo nell’ottica di una piena collaborazione, emerse nel Tavolo Tecnico per la valutazione delle tasse universitarie (composto da studenti e rappresentanti dell’Amministrazione dell’Ateneo)”, con il Consiglio di Amministrazione – su proposta del Direttore Generale, Francesco De Domenico che ha deliberato innanzitutto di prorogare le suddette scadenze.

Sul sito dell’Ateneo peloritano si legge che “Inoltre, dando seguito a quanto discusso dal Tavolo tecnico in occasione dei precedenti incontri, si è stabilito di garantire agli studenti che hanno avuto rilasciata l’attestazione ISEE Università dopo il 2 maggio 2016 e che quindi sono stati collocati nella fascia massima, la possibilità di chiedere la revisione della fascia contributiva di attribuzione, subordinata al pagamento di una sanzione di 100 euro. Gli studenti interessati dovranno indirizzare entro il 15 giugno 2016 una mail a protocollo@unime.it, avente per oggetto “Revisione della fascia contributiva”, allegando una valida attestazione ISEE Università e riceveranno indicazioni su come precedere”.

Dunque non ci dovrebbe essere una rimodulazione delle fasce, così come sembrava in un primo momento, ma la possibilità, per chi ha ricevuto l’Isee dopo il 2 maggio ritrovandosi in ultima fascia, di chiedere il ricalcolo del conguaglio, pagando però 100 euro di sanzione.

Controlla Anche

Fonte: radiostreet.it

Minaccia informatica via mail, Unime avverte gli studenti

Unime, attraverso il sito ufficiale, avvisa gli studenti che sta circolando tramite email un messaggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *